Blog

Rughe intorno agli occhi, è boom d’interventi
Rughe intorno agli occhi, è boom d’interventi

Chirurgia Estetica e Plastica - 14 ottobre 2018

I consigli del Prof. Gasperoni su come eliminare borse e zampe di gallina.

Da Melania Trump a Madonna, passando per Tom Cruise e George Clooney, sono tante le celebrities ad essere ricorse alla chirurgia estetica per eliminare gli inevitabili segni del tempo. Un trend inarrestabile, che spinge un numero sempre maggiore di persone in giro per il mondo a ricorrere a questo genere di trattamento per rallentare il passare del tempo. Basti pensare che, come riporta USA Today, negli Stati Uniti nel solo 2017 sono stati eseguiti oltre 1,8 milioni d’interventi di chirurgia estetica (+2% rispetto al 2016) e ben 15,7 milioni di trattamenti mini-invasivi. Il dato emerge dall’ultimo studio statistico diffuso pochi giorni fa e realizzato dall’ASPS – American Society of Plastic Surgeons. Nella speciale top 5 degli interventi chirurgici più richiesti spicca la blefaroplastica con circa 210mila interventi in solo anno, preceduta solo da protesi al seno (300mila), liposuzione (226mila interventi) e dagli interventi al naso (246mila interventi). Al quinto posto l’addominoplastica, con circa 130mila interventi. Ma cosa causa queste rughe del viso e come si possono correggere? Gli esperti consigliano una sinergia tra chirurgia plastico medicina estetica per un trattamento integrato.

“Le rughe intorno agli occhi sono dovute all’azione del muscolo orbicolare, ovvero quello che contraendosi chiude gli occhi. Questo muscolo ha una parte più periferica che non ha la funzione di chiusura delle palpebre, ma solo di abbassare la parte laterale del sopracciglio – spiega il Prof. Carlo Gasperoni, docente al Master di Chirurgia Estetica della Faccia all’Università Tor Vergata di Roma e massimo esperto del settore in Italia – Queste rughe, chiamate anche “zampe di gallina”, si trattano con iniezioni di tossina botulinica che agisce rilassando o fermando il muscolo, che pertanto non causa più la ruga. La parte laterale del sopracciglio, venendo a mancare il tono muscolare della parte laterale muscolo, risale un poco. Quindi si fanno queste iniezioni di tossina botulinica con il duplice scopo di eliminare le zampe di gallina e di far rialzare la coda del sopracciglio. Quando le rughe non sono solo laterali, ma sono presenti anche sotto agli occhi, questa cura con la tossina botulinica non è possibile perché altrimenti gli occhi non si chiuderebbero più correttamente. In questi casi, se è anche presente una qualche abbondanza cutanea, il chirurgo plastico può intervenire ridistribuendo la pelle”.

I fattori che causano l’arrivo delle rughe sul viso sono di varia natura: il passare degli anni, la genetica, l’ambiente circostante, l’inquinamento atmosferico e l’esposizione al sole. A livello temporale, le rughe iniziano a manifestarsi mediamente nella donna tra i 20 e i 25 anni di età, mentre nell’uomo tra i 25 e i 30 anni. Il naturale invecchiamento della pelle può essere rallentato anche aiutandosi con un’alimentazione il più possibile sana e ricca di antiossidanti, con l’utilizzo di lozioni o creme idratanti ma soprattutto con la protezione dai raggi solari. Ma nemmeno tutti gli accorgimenti a disposizione, uniti all’intervento del chirurgo, saranno in grado di dare risultati permanenti facendo sparire per sempre i segni del tempo.

“Le rughe si attenueranno, ma comunque è impossibile che spariscano – precisa il Prof. Carlo Gasperoni – Ovviamente anche le borse sotto agli occhi possono essere causa di rughe, ed in questo caso con l’intervento di Blefaroplastica Inferiore si potranno eliminare. Questo intervento si fa in anestesia locale con un poco di sedazione ed è ambulatoriale. La guarigione è rapida ed i punti si tengono solo due giorni. Quindi, per un trattamento completo delle rughe intorno agli occhi, la migliore cura consiste nell’abbinare l’azione del chirurgo plastico che arriva dove la semplice iniezione non può arrivare, con quella della tossina botulinica. Viceversa, la blefaroplastica non ha azione sulle zampe di gallina, quindi per una completa cura delle rughe intorno agli occhi, è necessaria una sinergia tra Chirurgo Plastico che interviene e Medico Estetico che agisce dove la chirurgia non arriva”.